16 settembre 2015

Zucchine alla scapece "light" con pesto di mentuccia romana

ingredienti zucchine
Grill in ghisa Le Creuset

Questa settimana è cominciata, e prosegue, all'insegna della cucina leggera ora che ci penso. Semplicemente è capitato, non sono a dieta, non è una strategia, una nuova tendenza.. tranquilli che tra un po' mi riprendo e vi tiro fuori qualche ciccionata.. Ormai lo sapete, e il blog ne è una prova, la mia alimentazione è un'alternanza di pranzi leggeri e frugali a qualche piccola scorrettezza alimentare che, in questo modo, ci fa sentire meno in colpa. In genere cerchiamo di mantenere il rapporto 5 a 2, non sempre ci riusciamo, a volte è un 7 su 7, a volte 4 su 3.. dipende. Nel mese di agosto siamo stati un po' in "vacanza", anche se non siamo effettivamente andati da nessuna parte, ma la vacanza intesa in senso mentale, vacanza dalle abitudini, dalla routine, dalla monotonia.. e chissenefrega se si cena fuori 3 giorni di seguito, se si mangiano carboidrati a pranzo e a cena, se il pasto consiste in un aperitivo prolungato fino a tarda sera.. la vacanza in fondo è anche, soprattutto, dalle abitudini. Anche quando eravamo bambini, le vacanze le aspettavamo ogni anno con grande trepidazione sia io che mio fratello proprio perché, al di là della fine della scuola, del mare e delle giornate trascorse a divertirci in piscina con gli amici di sempre, ci erano concessi tanti piccoli vizi che solo durante l'estate la mamma ci permetteva, come mangiare sul vassoio davanti alla TV, la CocaCola a tavola, pranzare fuori orario, magari con un panino.. piccole, piccolissime cose che però ci facevano sentire mentalmente in vacanza dalle regole, dagli orari, dalle abitudini. Un'abitudine che amo mantenere anche adesso che sono "grande", così ogni estate mi piace concedermi qualche piccolo vizio, qualche piccolo "lusso", qualcosa di diverso dal solito.. ah quanto fa bene certe volte! 

zucchine







Quindi, in attesa della ciccionata della settimana, oggi vi presento un'idea fresca e alternativa per preparare le zucchine "alla scapece". Certamente molto meno goduriosa dell'originale, con il grandissimo vantaggio, però, non solo sul conto delle calorie ma anche sugli schizzi d'olio che vi risparmierete evitando la frittura. Non sto nemmeno a scrivervi la ricetta che è in effetti una "non ricetta". Quel che vi occorre sono delle zucchine scure (da me le chiamano napoletane) non troppo grandi (per evitare che contengano troppi semi) e molto fresche in modo che siano dolci e tenere, diciamo più o meno 8. Le lavate bene, le spuntate e le affettate per il lungo sottilmente con una mandolina. Scaldate bene una piastra in ghisa sul fuoco grande e le fate grigliare molto velocemente (ci mettono davvero pochi istanti), raccogliendole via via che sono pronte in un piatto fondo abbastanza grande. Una volta pronte, mettete nel bicchiere di un piccolo tritatutto le foglie di un bel mazzetto di mentuccia romana fresca (se volete potete aggiungere anche qualche fogilolina di menta tradizionale e qualche foglia di basilico, ma giusto un paio), mezzo spicchio d'aglio privato del germoglio, un cucchiaio circa di pinoli non tostati, un pizzico di sale e pepe, una bella spruzzata di aceto bianco e olio evo di quello buono quanto basta per ottenere una salsina piuttosto fluida (non deve avere la consistenza del pesto per capirci, ma di una vinaigrette). Assaggiate e regolate il sapore della salsina (se vi piace che si senta di più l'aceto, potete metterne altro e frullare di nuovo), versatela sulle zucchine grigliate e mescolate bene. Lasciate riposare per almeno un paio d'ore mescolando di tanto in tanto, in modo che le zucchine si insaporiscano per bene. Certo, nulla a che vedere con le tradizionali zucchine alla scapece, ma provatele. Poi mi direte.

1 commento:

  1. e quanto gradisco piatti così frugali e sani! si i vizi in vacanza bisogna concederseli peccato che ora tutto torna alla normalità!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...