29 settembre 2015

Wok di melanzane Thai al sesamo con salsa al tahini

thai melanzane
Stavo giusto facendo caso che qui sul blog ci sono moltissime ricette a base di verdure, ma forse quelle che compaiono più frequentemente sono le zucchine e le melanzane. In effetti mi piacciono entrambe moltissimo e poi, come tutte le verdure, ma forse anche di più, sono estremamente versatili e si possono cucinare in mille modi diversi, non trovate? In particolare poi, per quanto riguarda le melanzane, quello che mi piace da impazzire è che ne esistono davvero tantissime varietà e non si finisce mai di scoprirne una nuova. Quest'estate ad esempio ho scoperto le melanzane perlina, buonissime, piccantine, facili e velocissime da preparare (si affettano e via..). Ma quelle di oggi però sono delle melanzane veramente un po' speciali, che qui da noi francamente non avevo mai trovato.. le avevo adocchiate su qualche numero di Donna Hay Magazine (dove ho scoperto che esistono anche delle melanzane piccole come dei grani di pepe...) ed ero veramente moooolto curiosa di queste melanzane Thai che però, qui a Roma, neanche al mercato etnico di Piazza Vittorio avevo mai trovate.. Nella fattispecie queste piccole melanzane (per rendervi conto della dimensione, non sono più grandi di una susina) facevano parte di uno degli ultimi "bottini" che mi sono stati portati a casa come souvenir da immimarito da uno dei suoi ultimi viaggi.. Sono stata lì a rimirare queste bellissime piccole melanzane, perfettamente sferiche, dalla buccia liscia e variegata, leggermente striata dal bianco al verde, in contemplazione e indecisa su come cucinarle.

wok di melanzane thai

Nella maggior parte dei casi le ho viste finire in elaborati curry vegetariani ma siccome faceva veramente troppo caldo (stiamo parlando dei primi di agosto e sono sicura che tutti voi ricordate bene che temperature esasperanti abbiamo avuto quest'anno!)  ho preferito optare per una cottura più veloce. Le ho lavate, spuntate, divise in 4 spicchi e saltate velocemente in una padella wok con olio di sesamo, aglio, peperoncino, sale pepe e semi di sesamo tostati. Le ho fatte cuocere a fiamma vivace finché non sono diventate morbide e belle abbrustolite (essendo piccole non ci vuole molto) e a finire il piatto una bella spolverata di coriandolo fresco tritato. Ci ho abbinato una salsina a base di tahini e limone, preparata mescolando circa 50 g di tahini con 2 cucchiai di succo di limone, un cucchiaio (o più, se necessario) di acqua e uno di olio evo, sale e pepe, da versare all'ultimo per dare un tocco di freschezza. Queste melanzane sono particolarissime, l'interno è pieno di piccolissimi semi che però non danno alcun fastidio (per questo motivo, forse, mi ricordavano moltissimo il gusto e la consistenza dei nostri friggitelli) e la polpa è particolarmente morbida e fondente. Non penso che riuscirete a trovarle facilmente, in alternativa potete prepare in questo modo delle melanzane perlina o delle melanzane bianche che sono molto delicate e dalla buccia sottile.

Tra l'altro, su Cucina Naturale di ottobre attualmente in edicola trovate un mio servizio interamente dedicato alla cottura "al salto" nella padella wok con tante ricette di ispirazione etnica e non! Vi aspetto in edicola!!
 

3 commenti:

  1. Mai sentito parlare di queste melanzane, ma devo ammettere che mi intrigano parecchio e i sapori che hai armoniosamente messo insieme le rendono davvero irresistibili. Bravissima ^_^

    RispondiElimina
  2. Se potessi baratterei le melanzane thai con 2, via facciamo 3, confezioni di stracchino. Ma non credo sia possibile. In attesa di tornare in Italia per Natale proverò a consolarmi con queste buffe melanzane, che ho sempre ammirato incuriosita ma che non ho mai comprato per paura che così piene di semi fossero amare...grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  3. sono contenta di aver imparato qualcosa di nuovo, son davvero molto carine!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...