04 maggio 2015

Very chocolate muffins

chocolate muffins
Sembra strano ma su questo blog, fino ad oggi, non c'era traccia di muffin al cioccolato. Devo ammettere, a mia discolpa, che in verità i muffin non mi fanno proprio grande simpatia. Non so dirvi il perché, ma preferisco di gran lunga una torta intera da finire fetta dopo fetta. Trovo che la torta abbia la dimensione giusta per mantenere l'umidità che piace a me che difficilmente riesco a ritrovare in un muffin. Mi ricordo, però, di una bellissima vacanza in un'isola caraibica non so davvero più quanti anni fa, moltissimi comunque.. La mattina ci si svegliava prestissimo, un po' per via del jet lag, un po' perché su quella piccola isola, dall'altra parte del mondo, dove lo spicchio di luna crescente di notte era capovolto rispetto a noi e sembrava un dolcissimo sorriso, le giornate iniziavano molto presto e il sole era già alto e caldissimo anche alle 7 di mattina, per tramontare altrettanto presto, verso le 16.30. Perciò era nostra abitudine svegliarci presto. Molto presto. Diciamo tanto presto da arrivare davanti al nostro caffè preferito prima ancora che aprisse. Ma aspettavamo molto volentieri qualche minuto prima dell'apertura, perché la nostra attesa era ampiamente ripagata da un enorme, gigantesco, burroso e godurioso muffin ancora caldo, tanto grande da sembrare una mini torta a dire il vero. Mirtilli per me, cioccolato per lui. Grande abbastanza da arrivare senza problemi fino all'ora di cena, interrompendo a metà giornata con uno spuntino a base di ananas fresco appena tagliato e un succo di frutta tropicale da sorseggiare sotto l'ombra di una palma, sdraiati su una spiaggia di finissima sabbia bianca, con la brezza del mar dei caraibi e quel mare di un blu indimenticabile sullo sfondo... quella si che era vita! Sarà forse per tutta questa magica atmosfera che quel muffin della colazione mi sembrava incredibilmente buono, tanto buono che mai, mai, mai e poi mai sono riuscita a mangiarne di altrettanto buoni in nessuno dei miei viaggi successivi.. (con l'unica eccezione del Canadian Muffin Company di Covent Garden a Londra). Ecco perché non li faccio praticamente quasi mai, ma a grande richiesta ultimamente mi è arrivato un non troppo velato invito a preparare dei muffin. Al cioccolato, per la precisione. Per la ricetta mi sono affidata a chi ha fatto della pasticceria americana una ragione di vita e un'affermata attività, California Bakery (sempre molto attesa l'eventuale apertura romana eh!). E questi sono i chocolate muffin del loro bellissimo libro. Io  non li ho assaggiati, ho preferito far colazione con una torta integrale alla ricotta con lamponi e pesche (eh già, scusate le pesche fuori stagione.. ma è solo per dovere professionale!) che per ora non posso condividere qui con voi. Ma mi dicono dalla regia che i muffin erano buonissimi... Fate voi!



muffin1-blog




irehfioer


CHOCOLATE MUFFINS
.....................................................................................
ricetta dal libro: California Bakery, i dolci dell'America - Guido Tommasi Editore


::Ingredienti:: 

Per 6 muffin:

60 g di cioccolato fondente (io al 75%)
35 g di burro
1 uovo
90 ml di latte
i semi di 1/2 baccello di vaniglia
100 g di farina 00
100 g di zucchero 
200 g di gocce di cioccolato fondente
2,5 g di lievito per dolci
un pizzico di sale fino

Accendete il forno a 200° C.
Mescolate in una ciotola la farina con lo zucchero e il lievito.
Fate fondere il cioccolato a pezzetti insieme al burro a bagno maria e fatelo intiepidire. 
Sbattete in una ciotola il latte con i semi di vaniglia e l'uovo e incorporatelo al cioccolato fuso. 
Mescolate un cucchiaio di farina alle gocce di cioccolato e mescolatele per ricoprirle uniformemente. Unite in una sola volta i due composti, aggiungete le gocce di cioccolato e mescolate quel tanto che basta ad amalgamare gli ingredienti: l'impasto deve risultare un po' grumoso e poco omogeneo. Sistemate in uno stampo per muffin 6 pirottini e suddividetevi il composto. 
Fate cuocere in forno per circa 20 minuti, controllando la cottura con uno stuzzicadenti.
Sfornate e fate raffreddare. I muffin si gustano meglio se ancora tiepidi. Se li consumate il giorno dopo, passateli per non più di 8 secondi nel microonde.


6 commenti:

  1. E in effetti hanno tutta l'aria di essere buonissimi! I miei muffin del cuore sono quelli della caffetteria trovata per caso in cui facevamo colazione a New York e se ci ripenso mi vien voglia di tornare (che novità... ). La cosa che mi piace dei muffin è l'idea di mangiare una torta in miniatura e per gustarli sempre freschi congelo quelli che non mangiamo subito..

    RispondiElimina
  2. Stavo venendo da te uora-uoraaaaa!!!!
    Che, la vòi, un po' de farina di grano arso??? ;)

    RispondiElimina
  3. Aspetto fantastico, da fare, grazie, Daniela

    RispondiElimina
  4. quanto tempo è passato dalla mia ultima infornata di muffins...! Grazie per l'ispirazione!

    RispondiElimina
  5. Belli!! :D Io ricordo quelli della Two Red Hens Bakery di New York...mioddio che muffin al cioccolato! Però in quelli non credo proprio ci fossero solo 35g di burro, eheh.
    Da provare! :)

    RispondiElimina
  6. I muffin, non so perche', ma vengono spesso snobbati. Succede anche a me di preferire una torta intera da tagliare ogni volta che si ha voglia...o meglio, cercare di non tagliare ogni volta che si ha voglia :)
    Fatto sta che li adoro e domani infornerò anche io muffin a volontà! la tua ricetta sarà la mia guida ;)
    Buona settimana Barbara!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...