13 maggio 2015

Oh là là... les moules à la bière!

moules à la bière
Cocotte in ghisa smaltata Le Creuset
Vi piacciono le cozze? Io ne vado matta... penso di aver già raccontato delle mie vacanze sulla costa nord ovest della Francia dove in pratica mi sono quasi esclusivamente alimentata di "moules à la marinière" e baguette.. Questa volta ho voluto provare una ricetta un po' diversa dal solito, dove le cozze vengono sfumate con la birra e allungate con la crème fraiche. Buonissime.. anche se forse le preferisco comunque alla marinara, ma è una buona ricetta per cucinarle in modo un po' diverso. Perciò oggi cucina di ispirazione franco francese (ma forse anche un po' belga?) e buon appetito a tutti!





COZZE ALLA BIRRA
(moulès à la bière)
.............................................................


::Ingredienti:: 

1 kg di cozze già pulite
2 piccoli peperoncini
2 scalogni
1/2 lattina di birra blanche (birra belga chiara)
150 g di crème fraiche
2-3 cucchiai di olio d'oliva
sale, pepe nero macinato al momento
qualche rametto di prezzemolo

::Procedimento:: 

Sbucciate e tritate finemente gli scalogni. Versate l'olio in una cocotte dal fondo spesso e fatelo scaldare. Unite gli scalogni tritati e fateli appassire a fiamma bassa, senza fargli prendere colore. Dividete i peperoncini in due ed eliminate i semi e aggiungeteli al fondo di scalogni. Aggiungete le cozze, mescolate e alzate la fiamma. Attendete qualche minuto in modo che il calore cominci a far aprire i gusci e sfumate con la birra. Proseguite la cottura finché i gusci non saranno tutti aperti. Togliete le cozze con una schimarola e tenetele da parte. Unite la crème fraiche al fondo di cottura e mescolate per farla sciogliere completamente. Regolate di sale (poco) e pepe nero e portate a bollore. Abbassate e fate rapprendere leggermente la salsa. Rimettete le cozze nella pentola e mescolate per condirle con la salsa in modo uniforme. Servitele in un piatto fondo versandoci sopra qualche cucchiaiata di fondo di cottura. Ultimate con il prezzemolo tritato finemente e servite.
Per 2 (abbondante) oppure come antipasto per 4.

5 commenti:

  1. ma dico io, la bellezza e la bontà!!! (e la birra, eheheh)

    RispondiElimina
  2. Forse penserai che arrivo tardi... e invece no, arrivo volutamente all'ora di cena ed è da quando ho visto stamattina la foto su Instagram che aspetto il momento di fermarmi, sedermi con calma e immaginare di essere in un ristorantino bretone vicino al mare, con una maglia a righe a maniche lunghe, in attesa di questo - ma proprio questo - piatto... dico in attesa perchè prima ho preso anche qualche ostrica, sai com'è... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca,
      Leggendo il tuo commento, mi è venuto in mente un blog che seguo con immenso piacere da un annetto ormai - e non so come mai non mi sia venuto in mente prima, sinceramente - dedicato alla Bretagna: wonderfulbreizh. Se dai un'occhiata, fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina
    2. Grazie di avermelo fatto scoprire, non lo conoscevo! Parla anche di cinema! ;-)

      Elimina
  3. Si', queste sono fantastiche! Le ho mangiate la prima volta in Belgio e da allora fanno parte del repertorio delle cozze a casa. Non ci resta che andare a fare una scappata in Bretagna con vento, mare, nuvole, sole...(il tutto nella stessa giornata, ovviamente)!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...