19 gennaio 2015

Grilled veggie greek burger

grill cover
Grill rettangolare Le Creuset
Se, come me, collezionate in modo compulsivo riviste e libri di cucina soprattutto stranieri (in particolare quelli di Donna Hay) non potete non essere incappati in qualche ricetta a base di haloumi. L'haloumi è un formaggio di origine cipriota a base di latte di capra e pecora, molto utilizzato anche nella cucina greca. La particolarità di questo formaggio è la sua consistenza particolarmente asciutta e compatta che lo rende perfetto per essere fritto o grigliato; a differenza degli altri formaggi, infatti, tenderà a sciogliersi pochissimo formando una crosticina croccante all'esterno senza liquefarsi completamente all'interno. Ora, questo haloumi per un po' è diventata quasi un'ossessione.. Moltissime ricette viste qua e là, in rete o su diversi libri, lo ritraevano con la sua croccante crosticina dorata rendendolo particolarmente attraente ai miei occhi. Purtroppo qui in Italia questo formaggio risulta praticamente introvabile, perciò durante una trasferta oltreoceano de "immimarito" me ne sono fatta procurare un pacchettino.. Il prezioso pacchettino di Haloumi (perché oltretutto è anche piuttosto caro, oltre che difficile da trovare) è stato amorevolmente conservato in attesa di finire in qualche ricetta. Come quella di oggi. E dunque... dopo averlo tanto cercato, oh com'è st'haloumi? 

veg greek burger Una grandissima delusione, a dirla tutta.... asciutto e gommosetto, sembra di masticare gomma grigliata al sapore di formaggio. Forse quello reperito nei banchi di un Whole Foods americano non era un Haloumi di primissima qualità, sono certissima che acquistato sul posto magari da un produttore locale ha un'altro sapore e un'altra consistenza (insomma, se ci pensate anche la nostra mozzarella... se uno si dovesse fare un'opinione sulla mozzarella comprata in busta al supermercato rimarrebbe piuttosto insoddisfatto...) quindi diciamo che per il momento l'haloumi non è totalmente bocciato, solo rimandato a settembre.. Devo dire che, però, all'interno di questo hamburger grigliato vegetariano anche l'haloumi ha trovato un suo perché: con il suo sapore delicatamente formaggioso arricchisce il gusto di questo saporitissimo burger e la consistenza gommosetta viene completamente dimenticata tra strati morbidi e succulenti di verdure grigliate e pomodorini confit. Insomma, in questa ricetta l'haloumi non mi è dispiaciuto affatto, ma potete tranquillamente sostituirlo con qualsiasi altro formaggio, ad esempio ci vedrei benissimo una bella fetta di scamorza grigliata. La ricetta non è nemmeno una ricetta vera e propria, ve la riassumo graficamente nella foto stessa del panino. Per i panini, mi sono affidata alla solita, infallibile ricetta dei burger buns, ormai faccio sempre quella per questo tipo di panino, e stavolta guarniti con una manciata di semi misti (girasole, sesamo bianco e nero, papavero). Prima di farcirlo, ho diviso il panino a metà e l'ho fatto grigliare un momento sulla piastra per renderlo croccante. Le melanzane vanno semplicemente tagliate a fette spesse poco meno di 1 cm e spennellate con un velo di olio e.v.o. da entrambi i lati, poi fatte grigliate per bene da tutte e due le parti sulla bistecchiera precedentemente scaldata bene sul fuoco. I pomodori, invece, li ho tagliati a fette spesse 1 cm, adagiati su un foglio di carta forno leggermente unta e sistemati su una teglia da forno. Spolverizzateli con una manciata di zucchero di canna, fior di sale, pepe nero e una generosa spolverata di za'atar (oppure un mix di origano e semi di sesamo), un filo d'olio e via in forno a 100° C per circa 1 ora e 30, poi una botta a 180° C per circa 15-20 minuti finché non saranno ben rosolati e leggermente abbrustoliti ai bordi. L'haloumi (il famigerato...) va tagliato a fette spesse e spennellato di olio, poi grigliato per circa 1 minuto da ciascun lato, girandolo delicatamente. La cipolla rossa va semplicemente tagliata a fette spesse e grigliata sul grill finché non inizierà leggermente a caramellare. Prima di farcire il panino, ho spalmato il fondo del pane con un generoso strato di senape di Digione Maille, uno strato di yogurt greco al naturale e poi ho iniziato ad alternare gli strati di melanzana, pomodori arrosto, cipolla, rucola fresca e haloumi come indicato nella foto. Una birretta ghiacciata è il perfetto accompagnamento di questo panino decisamente godurioso e anche, tutto sommato, piuttosto leggero. Godimento senza sentirsi in colpa, utile anche per dimenticare le piccole delusioni (come quella per l'haloumi..) Meglio di così! Buona settimana e buon appetito!

6 commenti:

  1. Si si è il caso di dirlo, famigerato halumi, dopo che mi dirai dove l'hai scovato ;)
    Ti dirò che da conservatrice compulsiva di libri di ricette anche io, per la cucina greca ho preso di recente la "cucina di Vefa", una bella pubblicazione davvero.

    L'hallumi assaggiato a Cipro immagino che avrà tutto un altro sapore, ma l'idea di valorizzarlo in questo fantastico panino secondo me è vincente.

    RispondiElimina
  2. ho un momento di estasi pura.
    sarà fame vista l'ora.
    sarà che le tue presentazioni sono sempre così accattivanti che, passo sopra al fatto che non vado pazza per le melanzane (mi piacciono, ma non sono una fan sfegatata) per arrivare direttamente al cuore di questa meraviglia.
    ah Barbarella..... quante ne sai!
    :)

    RispondiElimina
  3. Io adoro queste tue variazioni sul tema!Quanto all'hallumi che cerco con la stessa intensità anche quando vado in Grecia e che difficilmente trovo, pensavo di verificare in un posto che è proprio sotto il nostro naso e cioè da Eataly dove nel reparto 'formaggi' un giorno con grande sorpresa ho trovato specialità straniere!secondo me urge giro di ricognizione che non si sa mai!;-) un bacio e riguardo i baffi del tuo bel papà, non avevo dubbi che lui fosse dalla parte dei giusti!:-DUn abbraccio!

    RispondiElimina
  4. no va beh.....io adoro i burger in tutte le loro forme, questo è iper delizioso!!!Poi a quest'ora;))
    brava

    RispondiElimina
  5. NOOO davvero una delusione? Io devo dire che fin quando abitavo in Italia, nonostante i numerosi viaggi in Grecia, non ho mai sentito parlare di Haloumi. Arrivata in Canada mi ci sono dovuta confrontare e devo dire che a me piace un sacco, soprattutto fritto (ehhe facile eh?). Cmq resta il fatto che il burger é meraviglioso, lo é con il mio fuso e quindi ora di colazione. E vogliamo parlare di queste foto? Stupende!
    p.s ho citato il tuo banana bread nel mio ultimo post... spero non ti dispiaccia (scusa non ti ho chiesto il permesso!)

    RispondiElimina
  6. Peccato per la delusione!! L'aspetto del panino è strepitoso, come tutti i tuoi del resto :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...