11 settembre 2013

My endless summer 2: la minestra di fregola con le arselle

alto cover

Se permettete, io proseguo imperterrita nel mio tentativo di prolungare il più possibile questa estate con una carrellata di quelli che sono stati i miei piatti preferiti di questa stagione, quasi a volerne sigillare ben impressi nella memoria visiva (ma anche olfattiva, gustativa e soprattutto emotiva) ogni momento, ogni profumo, ogni sapore.. Oggi poi in modo particolare, con una Roma un po' grigia e piovosa, le scuole ormai tutte ufficialmente riaperte, il traffico delirante del mattino.. insomma, ci siamo.. ma io, come ho detto nel post precedente, questa estate la sento soprattutto dentro di me e quindi non ho proprio intenzione di abbandonarla, almeno per adesso. Oggi voglio celebrarla con un piatto della tradizione della cucina regionale Sarda, regione che purtroppo ho avuto la fortuna di visitare una sola volta nella mia vita e pure diversi anni fa ma che mi ha letteralmente fatta innamorare perdutamente dei suoi toni di blu, della sua gente, del profumo dei cespugli di mirto mescolato a quello delle rocce scaldate dal sole, dei suoi prodotti e delle sue tradizioni gastronomiche genuine e semplici.



E poi la Sardegna è la terra di una delle mie amiche più care, e ogni anno ci ripromettiamo una piccola fuga solitaria, solo io e lei, su quelle spiagge meravigliose a goderci l'ultimo sole di settembre, immerse nella natura ancora un po' selvaggia della baia di Chia, a perderci tra le nostre chiacchiere.. prima o poi ci riusciremo, vero Sabri? Intanto vi lascio con qualche immagine recuperata da quel bellissimo viaggio di qualche anno fa, giusto per sognare un po'..   

sardegna collageduo


E dicevamo la fegola con le arselle. Quando la mangiai in Sardegna la prima volta era molto più asciutta e con il pomodoro, io ho preferito reinterpretarla in versione zuppetta (sapete no quanto io ami le zuppe e le minestre) e devo dire che mi è piaciuta veramente moltissimo, poi decidete voi se aumentare la dose di fregola o diminuire quella di liquido per un risultato più o meno asciutto. 

MINESTRA DI FREGOLA CON LE ARSELLE
Ingredienti:
600 g circa di vongole veraci
80-100 g circa fregola sarda (questa era piuttosto a grana grossa)
una noce di burro
1 spicchio d'aglio
un ciuffo di prezzemolo
1 peperoncino
1/2 bicchiere di vino bianco
3-4 pomodori ciliegino 
olio e.v.o, sale, pepe nero macinato al momento 

Per prima cosa fate spurgare bene le vongole, mettetele a bagno in una ciotola dove avrete sistemato nel centro una ciotola più piccola rovesciata. Sistemate le vongole tutte intorno alla ciotola piccola e versate acqua a temperatura ambiente salata (assaggiatela, non deve essere né troppo salata né troppo poco, deve ricordare il sapore dell'acqua di mare). Per spurgare bene le vongole è fondamentale che siano freschissime e vive, altrimenti non si aprono mentre sono immerse nell'acqua. Le vostre "amiche" iniziranno a schiudersi illudendosi di stare nel loro ambiente naturale, rilasciando i residui di sabbia che finiranno sul fondo. Dopo un'oretta, prelevate le vongole con un mestolo forato e buttate l'acqua. Se hanno molta sabbia potete ripetere l'operazione più volte. Altrimenti, sciacquatele abbondantemente in acqua corrente mescolandole bene per far perdere gli ulteriori residui sabbiosi.
Tritate molto finemente 2/3 del prezzemolo insieme allo spicchio d'aglio. 
Fate scaldare la noce di burro con 1 o 2 cucchiai d'olio e fate soffriggere il trito di aglio e prezzemolo con il peperoncino. Quando inizierà a sfrigolare, buttate le vongole ben scolate e asciugate. Coprite immediatamente con il coperchio e aspettate qualche minuto che le vongole inizino a schiudersi. Quando saranno tutte aperte, versate il vino bianco e lasciate evaporare l'alcol. Unite i pomodorini divisi a metà e fate cuocere per qualche altro minuto. Salate pochissimo (le vongole in genere sono già piuttosto sapide) e allungate con acqua, da mezzo litro a 3/4 di litro, non di più, fino ad ottenere la consistenza di una bella zuppetta liquida. Unite la fregola e fate cuocere per 10 minuti. Spegnete e lasciate riposare. Se dovesse risultare troppo asciutta, aggiungete un pochino di acqua tiepida. Servite la zuppa appena tiepida decorando con il restante prezzemolo tritato, un giro d'olio a crudo e una generosa spolverata di pepe.  
Per 2.

8 commenti:

  1. Sono la prima?! Inauguro con entusiasmo questo post perchè in passato andavo in Sardegna quasi tutti gli anni, cambiando zona, esplorandola... posso dire di conoscerla piuttosto bene! Adesso mi manca e ogni tanto sai come l'omaggio? Proprio con la fregola e le vongole... è stata mia mamma a prepararla la prima volta, la guardavo un pò scettica, le dicevo "ma è uguale all'orzo..." e invece dopo il primo assaggio sono stata zitta e ho spazzolato tutto il piatto... :-)
    Grazie per il ricordo e... belle foto! ;-)
    (non sapevo che i gusci delle vongole fossero così fotogenici, brava!)

    RispondiElimina
  2. Te lo devo dire? Te lo devo dire quanto mi piace questa ricetta? Da I M P A Z Z I R E.
    Belli i colori, ma belle anche le foto, insomma bello tutto.
    Un abbraccio forte da un'altra che ancora si sente l'estate dentro, e fatica a lasciarla andare...
    Baci baci e a prestissimo, a te e "quell'altra là sopra".... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quell'altra là sopra tra poco esce e si recherà al mercato in cerca di vongole... è scattata la voglia pazza post visione/lettura... :-)

      Elimina
    2. siii! te li ricordi quei piatti lì Ross? che li avevi visti a casa mia ma che avevamo commentato che forse in foto, così azzurrini, chissa.. invece hai visto bellini? grazie amica mia!

      Franci, molto onorata di averti ispirato il pranzo di oggi.. :-)
      a prestissimo ragazze!

      Elimina
  3. E fai bene a continuare a stare nel mood estivo!
    La fregola è una di quelle cose che non ho mai assaggiato, addirittura avevo visto su una rivista che si può preparare anche in casa da zero. Questa ricetta mi piace un sacco, anche perchè io le vongole le metterei ovunque!
    Comunque quei piatti sono troppo belli!
    V

    RispondiElimina
  4. Che zuppa meravigliosa! Io adoro questi piatti, tiepidi e con crostoni di pane [dove necessario, quì è già perfetta].
    Mi hai fatto venire una voglia!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  5. e va bè ma io a furia di trovare stupendo ogni singolo post poi va a finire che scrivo sempre le stesse cose...:) Adoro questa ricettina e adoro moltissimo le foto della Sardegna, mi hanno fatto sentire meno la mancanza delle vacanze che quest'anno non ho fatto, sigh!

    RispondiElimina
  6. Ci sono anch'io!Anch'io!che ovviamente mi aggiungo a 'quelle' simpaticone sopra un palmo di me che sono arrivate prima, guardate che anch'io amo da impazzire questo piatto...e allora?cara barbarella quando avremo il piacere di mangiarne una cucchiaiata insieme?;-)Eddai eddai!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...