05 luglio 2013

Per fare i biscotti, ci vuole il pollice giusto

cover
Era da un po' che volevo fare questi biscottini, io li ho sempre conosciuti come  "thumbprint cookies", letteralmente "biscotti dell'impronta del pollice", e ho sempre ma proprio sempre pensato che fossero dei biscottini americani (spesso anche chiamati Jam Drops).. ma cosa ti vado a scoprire invece su Wikipedia? Che il nome originale di questi biscottini qui somiglia tanto a quello di un mobile dell'Ikea.. "Hallongrotta" e infatti, 'manco a dirlo, sono dei dolcetti tipici della pasticceria svedese.. e chi lo avrebbe detto! 

quattro
iPhone photos
Resta il fatto che, chiamateli come volete, questi biscottini qui sono veramente una delizia, perfetti da sgranocchiare con una tazza da te, ma vanno benissimo anche con il latte del mattino o anche da soli, così, per merenda, con quella giusta quantità di marmellata che li ammorbidisce e li rende ancora più golosi. Nella mia personale versione, la frolla è quella che ultimamente uso di più, ovvero con una parte di farina integrale di farro, che trovo la renda un po' più stabile e i biscottini mantengono meglio la loro forma in fase di cottura. 
Per il ripieno ho usato una delle mie marmellate preferite, le conoscete? Quelle della marca francece St. Dalfour. Io le trovo squisite e in più propongono tutta una serie di gusti che difficilmente trovo in altre marche: tra le nostre preferite in assoluto c'è quella di prugne mirabelle, arancia e zenzero e ora questa new entry: lampone e melograno.

Fare questi biscotti non è per nulla difficile e l'unico attrezzo di cui avrete bisogno è un bel pollicione grosso (semmai fatevi prestare quello di vostro marito..). La ricetta della frolla al farro la trovate qui. Dopo aver formato l'impasto, prelevate una parte di frolla e formate un rotolo piuttosto cicciotto, circa 2,5-3 cm di diametro, tagliatelo a pezzetti e con ciascuno formate una piccola sfera grande come una noce, lavorando bene l'impasto tra i palmi delle mani (questa operazione è importante perché se le palline non saranno state lavorate bene in questa fase, i biscotti tenderanno a formare delle crepe quando andrete a premere con il pollice). Sistemate le palline su un foglio di carta forno sopra a un vassoio e premete con il pollice al centro formando un incavo abbastanza grande per accogliere circa mezzo cucchiaino da tè di marmellata. Trasferite i biscotti in frigorifero per circa 15-20 minuti, quindi sistemateli su una teglia ricoperta di carta forno e infornate per 15 minuti in forno preriscaldato a 180° C. Lasciateli raffreddare su una gratella. Si conservano per almeno 4 giorni freschi e friabili (a noi non sono durati di più, ma penso che si possano conservare più a lungo in un contenitore di latta ben chiuso).
duo cit

6 commenti:

  1. Ma che meraviglia!Non sai quanto amo la biscotteria, tutta!Ma alla fine non so perchè non prendo mai il coraggio per cominciare veramente. Questi li provo, penso siano deliziosi anche da regalare ad un'amica per l'ora del tè :-) un bacio!

    RispondiElimina
  2. ciao Barbara, complimenti questi biscotti sono davvero deliziosi e invitanti....un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. io mi sa che mi faccio aiutare da un pollicino mignon: mi sa che mi ringrazierà per averle permesso di aiutarmi!!!

    RispondiElimina
  4. Che delizia per gli occhi... e quella per il palato la posso solo immaginare...
    bravissima!!!

    RispondiElimina
  5. Buongiorno cara, appena ho visto la foto...mi è venuto il buon umore! Adoro questi biscottini, io ne faccio una variante con la base della Linzer torte http://incucinacongiulia.blogspot.com/2013/02/linzer-torte-una-variante.html

    RispondiElimina
  6. Che spettacolo! Appena torno a casa dalla montagna con il carico di marmellate della mia vecchina di fiducia li faccio di sicuro!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...